Il Gobbo

Gli archivi sono la nostra più importante memoria. Documenti, foto sia pubblici che privati ci raccontanto in dettaglio passi di storia altrimenti perduti. In questa sezioni i vari lavori di recupero, riscoperta, riordino e salvaguardia degli archivi locali. Fino a qualche anni fa questi archivi erano praticamente sconosciuti e a rischio di "scomparsa". Per ogni archivio potrete trovare i dettagli storici, l'inventario e dove possibile la digitalizzazione dell'archivio stesso.

Archivio storico della Parrocchia di Santa Maria Maddalena di Castel di Fiori, 1621-1984
Fino al 2016 dell'archivio parrocchiale di Castel di Fiori se ne era persa traccia. Durante l'ordinamento dell'archivio della parrocchia di Montegabbione era emerso qualche documento della parrocchia di Castel di Fiori probabilmente spostato dai vari parroci nel capoluogo per motivi di utilità. In ogni caso finalmente è stato ritrovato giacente in un cassettone nella sacrestia della chiesa di Santa Maria Maddalena in Castel di Fiori.
I documenti sono stati spostati nella sala dell'archivio di Montegabbione, riordinati e catalogati secondo criteri similari adoperati per l'archivio parrocchiale di Montegabbione e di Montegiove ma ad oggi senza entrare nel dettaglio di ogni singolo fascicolo.
I documenti sono in buono stato di conservazione e tutti consultabili.
Oltre a documenti di archivio sono state spostate tutte le reliquie, una scatola in latta anni '60 “Biscotti Plasmon” che conteneva le reliquie e 23 libri a uso dei parroci.
Si rimanda a lavori futuri lo studio dell'archivio della parrocchia di Castel di Fiori.
Per questo archivio ad oggi è possibile consultare l'inventario dei fascicoli, inventario inviato per conoscenza alla Soprintendenza Archivistica dell'Umbria e delle Marche.

• Inventario dell'Archivio storico della parrocchia di Castel di Fiori

Archivio storico della Parrocchia di Santa Maria Assunta in Cielo di Montegabbione, 1624-2009
Qualche anno fa, durante la ricerca di documentazione genealogica montegabbionese, ho avuto modo di consultare l'archivio parrocchiale di Montegabbione e purtroppo la documentazione presente era misera. Parlando con Carlo Andreoli, diacono della parrocchia di Santa Maria Assunta e San Lorenzo, si ricordò che prima della sua nomina, e probabilmente intorno agli anni '60 del XX secolo un'infiltrazione di acqua dal tetto bagnò inesorabilmente l'archivio storico parrocchiale. Fortunatamente, grazie alla sua massima disponibilità, a quella di don Domenico Cannizzaro, amministratore parrocchiale, a quella di don Tshibanda (Agostino) Muamba, vicario parrocchiale, ho potuto trascorrere dei pomeriggi alla ricerca dell'archivio storico della parrocchia scoprendolo disseminato in ogni dove.
Dopo l'infiltrazione i documenti bagnati vennero privati delle buste che le contenevano, qualcuno dei fascicoli, e vennero riposti ancora umidi in delle scatole di cartone e sistemati, se questa è la parola giusta, nella scalata del pulpito insieme all'oggettistica poco utilizzata dalla parrocchia. Questo causò un lento danneggiamento dei documenti.
La parte della documentazione non danneggiata dall'infiltrazione venne sistemata dove adesso è la sede dell'archivio storico parrocchiale, nell'armadio contenente la documentazione in uso corrente e comunque dove ritenuto opportuno all'epoca.
Anche se in disordine, i documenti di un archivio sono sempre caratterizzati da un vincolo originario che li lega tra di loro. Questo vincolo è talora evidenziato da sistemi di classificazione (che possono lasciare “segnature” alfanumeriche sui documenti, e comunque li aggregano per tipologie o funzioni). Oppure il vincolo non ha lasciato tracce visibili perché è rimasto nella mente di chi quotidianamente utilizzava quei documenti (ad esempio tenendoli in parti diverse dell'armadio). Nel caso specifico dopo aver raccolto tutta la documentazione ho provveduto, basandomi sull'inventario fatto da don Policarpo Baldini nel 1922, a riordinare l'archivio storico. Nella fase di ordinamento è emersa molta documentazione successiva al 1922 fino ad arrivare ai primi anni 2000 che ho provveduto ad inserire nelle buste attinenti e dove questo non è stato possibile ho creato dei nuovi fascicoli e delle nuove buste coerentemente alla metodologia utilizzata nel 1922.
La parrocchia di Montegabbione dispone anche di un armadio contenente altra documentazione in uso nell'amministrazione attuale che non è stata inventariata contenente registri di matrimoni, battesimi e morti da inizio XX secolo e documentazione varia in uso corrente.
Durante il riordino sono emersi documenti della soppressa parrocchia di Montegiove e di quella di Castel di Fiori opportunamente sistemati nei relativi fondi.
Per questo archivio ad oggi è possibile consultare l'inventario dettagliato, inventario inviato per conoscenza alla Soprintendenza Archivistica dell'Umbria e delle Marche.

• Inventario dell'Archivio storico della parrocchia di Montegabbione

Archivio storico della Parrocchia di San Lorenzo Martire di Montegiove, 1669-1981
L'archivio della parrocchia di San Lorenzo di Montegiove sembrava essere scomparso fino a poco tempo fa. Durante il riordinamento dell'archivio parrocchiale di Montegabbione sono stati ritrovati alcuni libri manoscritti e qualche documento inerente la parrocchia di Montegiove. Tutte le carte sciolte erano contenute all'interno dei libri dell'archivio inerenti la parrocchia di Montegiove. I documenti coprono un lasso temporale che va dal 1669 al 1981.
Per questo archivio ad oggi è possibile consultare l'inventario dettagliato, inventario inviato per conoscenza alla Soprintendenza Archivistica dell'Umbria e delle Marche.

• Inventario dell'Archivio storico della parrocchia di Montegiove

Archivio storico degli Enti Fascisti di Montegabbione, 1932-1942
Il fortuito ritrovamento nell'estate del 2014 di parte dell'archivio storico degli enti fascisti montegabbionesi è di grande importanza per la ricostruzione delle vicende contemporanea di Montegabbione. Quello che resta dell'archivio storico sono poco più di settanta documenti ritrovati alla rinfusa in uno scatolone all'interno di una abitazione del centro storico di Montegabbione.
Alla fine di luglio 2018 è stata recuperata un'altra frazione dell'archivio storico degli enti fascisti di Montegabbione che è stata integrata con la parte rinvenuta nel 2014.
Dopo il recupero si è provveduto all'ordinamento del materiale cercando di mantenere, dove possibile, l'ordinamento originario del fondo.
I documenti spaziano in un arco di tempo che va dal 1932 al 1942 e riguardano le locali istituzioni fasciste:
•  Partito Nazionale Fascista
•  Opera Nazionale Dopolavoro
•  Fascio Femminile
•  Ente Opere Assistenziali
•  Massaie Rurali
•  Gioventù Italiana del Littorio
•  Opera Nazionale Balilla

Durante i lavori di restauro di una casa nel centro storico di Montegabbione nell'autunno del 2015, appartenuta nel ventennio fascista alla famiglia Mescolini sono stati ritrovati, all'interno di un baule da ufficiali della prima guerra mondiale dei documenti inerenti l'Opera Nazionale Dopolavoro di Montegabbione. E' stato ritenuto, vista la natura dei documenti versarli nell'archivio Enti Fascisti di Montegabbione mantenendoli separati dal resto della documentazione inserendoli in un fascicolo dedicato. Questi documenti sono inerenti al biennio 1930-1931.

Per questo archivio è possibile consultare la maggior parte dei documenti e l'inventario dettagliato, inventario inviato per conoscenza alla Soprintendenza Archivistica dell'Umbria e delle Marche.

Inventario dell'Archivio storico degli Enti Fascisti di Montegabbione

Archivio storico della Lega Coloni e del PSI di Montegabbione, 1945-1957
Dell'archivio storico della sezione del Partito Socialista Italiano di Montegabbione sembra essersi salvato solamente un volume contenente altri documenti all'interno, ritrovato in una cantina nel centro storico di Montegabbione. Il volume contiene anche informazioni inerenti la Lega Contadini di Montegabbione.
Coinvolgendo le persone ancora viventi che negli anni '50 facevano parte del direttivo della sezione socialista non sono emersi altri documenti ma purtroppo appare chiaro come l'archivio storico della sezione, conservato nello stesso locale di quello della sezione del Partito Comunista Italiano, sia stato distrutto negli anni novanta durante una ristrutturazione dei locale dove era conservato.

Per questo archivio è possibile consultare la maggior parte dei documenti e l'inventario dettagliato, inventario inviato per conoscenza alla Soprintendenza Archivistica dell'Umbria e delle Marche.

Archivio Lega Coloni e PSI di Montegabbione

Archivio Società Montarale di Montegabbione
Era il 1966, il giorno dell'Assunzione, quando venne inaugurata la strada per Montearale. Per l'occasione venne stampato un ricordo: “ Si inaugura la strada panoramica che da Montegabbione porta a Montarale. A 900 mt. di altezza in un panorama indimenticabile si possono vedere le città di Assisi, Perugia, il Trasimeno, Chianciano, Fabro attraversato dell'autostrada del Sole e Orvieto.”
Grazie a Cristina Cristini è stato riportato alla luce il piccolo ma interessante archivio della Società Montearale. L'archivio fino è stato conservato dal Dottor Armando Cristini già presidente della Società Montarale ed oggi è in custodia dalla figlia Cristina.
I documenti sono tutti inerenti il 1966 anno in cui è stata fondata la Società Montarale che ha raggiunto il suo scopo, la realizzazione della strada che porta da Montegabbione alla vetta di Montearale, nello stesso anno.

Inventario Archivio Società Montarale di Montegabbione

Archivio Fotografico Vinicio Tango Castel di Fiori, 1973 circa
Parte di Castel di Fiori fu venduto ad un imprenditore pugliese negli anni 73/74 e Vinicio Tango si occupò della vendita e della ristrutturazione delle case mantenendo intatte le caratteristiche del Borgo. Gli acquirenti romani si sono perfettamente integrati con la popolazione locale tanto da costituire dopo pochi anni l'Associazione Amici di Castel di Fiori a tutela dell'ambiente e per lo sviluppo culturale del borgo.
Le foto scattate in uno dei sopralluoghi di Vinicio Tango ripropongono una visione di Castel di Fiori ad oggi completamente inedita. Un archivio di fotografie da tutelare e proteggere e questo lavoro di digitalizzazione è uno strumento atto a tale scopo.

Archivio Fotografico Vinicio Tango Castel di Fiori

Archivio storico del Circolo ENAL di Montegabbione, 1973-1979
Il circolo ENAL di Montegabbione fu attivo nel capoluogo del comune di Montegabbione dal 1973, anno della sua fondazione, fino al 1977, anno di chiusura del mandato dirigenziale del circolo. L'archivio ha comunque estensione temporale fino al 1979, anno definitivo della chiusura dei rapporti con la direzione provinciale ENAL di Terni (l'ENAL a livello nazionale fu soppresso in forza dell'art. 1-bis della legge 21 ottobre  1978, n. 641. Il suo patrimonio, in forza dell'art. 1-sexties della stessa legge, è stato interamente ripartito fra le regioni per essere attribuito ai comuni singoli o associati, la sala ENAL di Montegabbione, oggi sala Unità d'Italia, verosimilmente passò al Comune di Montegabbione in questa occasione, da verificare presso l'archivio comunale di Montegabbione).
L'archivio è stato conservato fino ad oggi dall'ultimo segretario Claudio Brustenga. Si è provveduto all'ordinamento del materiale cercando di mantenere, dove possibile, l'ordinamento originario del fondo.
I documenti spaziano in un arco di tempo che va dal 1973 al 1979 e riguardano le la gestione sociale del circolo.

Per questo archivio è possibile consultare la maggior parte dei documenti e l'inventario dettagliato, inventario inviato per conoscenza alla Soprintendenza Archivistica dell'Umbria e delle Marche.

Archivio Circolo ENAL di Montegabbione

Varie

Anni fa in un mercatino dell'antiquariato di Città di Castello acquistai delle cartoline di Montegabbione e colto dalla curiosità presi anche questo lotto di documenti senza dedicargli la giusta attenzione. Qualche giorno fa li ho analizzati comprendendone l'importanza storica.
I documenti sono datati luglio 1925, ad eccezione di una lettera datata 1943 che sarà finita per sbaglio nel carteggio, e sono corrispondenze di sostegno indirizzate al senatore Zupelli dopo gli attacchi di Farinacci nel suo giornale Cremona Nuova a seguito della pubblicazione della sentenza dell'Alta Corte del Senato, di cui Zupelli era presidente. La sentenza era relativa all'accusa del giornalista Giuseppe Donati contro Emilio De Bono in merito all'omicidio di Giacomo Matteotti.

• Ritrovamento fortuito corrispondenza “incidente” Zuppelli-Farinacci 5-11 luglio 1925

LE SEZIONI SOTTOSTANTI SONO IN FASE DI SISTEMAZIONE/INTEGRAZIONE

Archivio Eletterio Vergari - Montegabbione & Ficulle
Archivio Eletterio Vergari
Un archivio ricco di documenti commerciali, ricevute di imposte e
qualche bella curiosità della vita economica di Vergari Eletterio nella prima metà del '90.

Archivio Barlozzini - Montegabbione
Archivio Barlozzini
Foto della famiglia Bralozzini della prima metà del '900.

Archivio Campili
Archivio cartoline famiglia Campili
Cartoline prima metà '900.

Archivio Vallepulcini Luigi
Archivio Vallepulcini Luigi
Foto montegabbionesi anni '50.

Con l'avvento della piccola proprietà terriera e la fine della Mezzadrie molte delle vecchie famiglie di proprietari terrieri finirono per convertire la loro attività. Così avvenne per la Famiglia Lemmi montegabbionese che detenne il controllo politico di Montegabbione fino alla fine della seconda guerra mondiale ed agricolo fino agli anni '50. Quando lasciarono Montegabbione quello che restò furono solamente i ricordi dei montegabbionesi ricchi di particolari e curiosità... Ma in un mobile di Villa Lemmi rimasero decine e decine di documenti che presentano un'incredibile spaccato sulla vita economica della vecchia famiglia di proprietari terrieri. Nei documenti sono presenti lettere, documenti contabili ed amministrativi, inventari, appunti agrari e tanto altro.
I documenti sono stati tutti acquisiti digitalmente per permettere la consultazione da questa pagina web; sono stati ordinati cronologicamente ed ogni link riporta una breve descrizione del contenuto. Cliccando nell'anteprima dell'immagini si aprirà un altra pagina con l'immagine ad alta risoluzione del documento.

Archivio Lemmi - Documenti dal 1717 al XX secolo
Archivio Lemmi
Documenti dal 1717 al XX secolo.

Archivio Lemmi - Cedole
Archivio Lemmi
Cedole dello Stato Pontificio del Sacro Monte della Pietà e del Banco di Santo Spirito - 1788-1798.

Archivio Lemmi - Fotografie prima metà del 1900.
Archivio Lemmi
Fotografie prima metà del 1900.

Lastre fotografiche Montegabbione
Lastre fotografiche Montegabbione & Faiolo

Cantina Mescolini
Cantina Mescolini
Anni '30, quel che resta della vita contadina.

Vino Lemmi
Vino Lemmi

Progettazione e sviluppo Daniele Piselli, +39 328 8295217. Se vuoi utilizzare i contenuti di questo sito ti chiedo di citare la fonte. BY